Robert Louis Stevenson, Rapito, SuperBur Classici, pp.277 


Un giovane di belle speranze si trova imbarcato su una nave e fa conoscenza con una intensa figura di gentiluomo di ventura.
Nonostante interessi divergenti e attraverso varie avventure, serberanno uno dell'altro un grato ricordo.

Non e' la trama dell'Isola del tesoro ma di Kidnapped! (Rapito), un romanzo minore di genere e senza offesa anche abbastanza noiosino. Il giovane, orfano di genitori poveri, viene indirizzato dal prete a uno zio di Edimburgo finora ignoto, a scopi ereditari. Lo zio carogna lo "vende" a un marinaio che gli da' una botta in testa e lo carica su un brigatino con lo scopo di venderlo in America come schiavo (AD 1751).  Il brigantino circumnaviga la Scozia e nella
nebbia fa fuori una scialuppa, da cui si salva solo un ribelle scozzese, incaricato di portare al re di Scozia, esiliato in Francia, i soldi del pizzo raccolto dai picciotti dei clan fra i residenti scozzesi. Segue tentativo di grassazione dell'emissario, sua feroce difesa, morti ammazzati, equipaggio decimato, naufragio del naviglio. Emissario e ragazzo la scampano e dopo una noiosa fuga attraverso le pallose highlands, presidiate da giubbe rosse e
protetti dall'omertà generalizzata, fra altri ammazzamenti a tradimento, latitanza e ostilità fra le cosche,  rimettono piede a Edimburgo dove, grazie a un avvocato latinista, lo zio carogna viene smascherato e tutto finisce bene.(Onestamente: risparmiare).

P.Bianchi

Search this site or the web powered by FreeFind

Site search Web search
Robert Louis Stevenson
Esempio 1
<<< Vedi un profilo di R.L.Stevenson
Prima paginaFili di fumoEnferRecensioniRivistaProfili di autori
ContattaciAtlante Letterario Bacheca pubblicaCompiti

La Frusta Letteraria - Rivista di critica culturale on line