Cerca in questo sito o nel web Servizio fornito da FreeFind

La Frusta! Web
La Frusta
Letteraria                      

Rivista  di informazione e critica culturale


Nel febbraio del 2010  hai festeggaito  il decennale del varo di questa rivista. Come è nata l’idea?

"LaFrusta" nacque sotto la spinta del “tutti in rete” che attraversò il Paese alla fine del ’99. Ricordo che in quell’anno i maggiori provider (le compagnie telefoniche perlopiù) distribuivano nelle edicole i CD autoistallanti, al fine di catturare il maggior numero di utenti. Nel novembre del ’99 fui colpito da un trafiletto del “Corriere” che segnalava un applicativo di una Net.com americana che ti consentiva di “farti il sito” con davvero pochi colpi di mouse. Debbo dire che io ero principiante in informatica (conoscevo, male, il pacchetto “Office”) e totalmente digiuno di linguaggi di programmazione e men che meno di HTML.

Vuoi dire che non sapevi come si costruivano le pagine web, gli ipertesti?

Non ne sapevo letteralmente nulla. Cominciai  a comprare delle riviste divulgative in edicola e armatomi di santa pazienza ma assistito da immensa curiosità feci ingresso in questo mondo. Le riviste suggerivano un sito “Aracnophilia”, in inglese ovviamente, dove ti avrebbero insegnato a costruire come un ragno (Aracne) la tua tela. Ma, in parte per la mia poca dimestichezza con la lingua inglese (sono un francofilo aspirante francofono: lo so: uno fuori dal giro, una specie di “vecchia zia”) in parte per la difficoltà del linguaggio HTML   mollai subito l’idea di costruirmi il sito con il bloc notes e i tag (anche se tutti dicevano che era facile come bere un bicchier d’acqua). C’era  “Frontpage”, è vero,  ma credo che occorresse  avere  anche buona pratica di FTP (File Transfer Protocol), insomma una strada impervia per un absolute beginner come me. Venne questo suggerimento di homestead.com  del “Corriere”, scaricai l’applicativo dalla Rete e benché in inglese, capii subito che era alla mia portata. L’applicativo era un editor di siti del tipo “drag and drop” (trascina e rilascia) e si dimostrò subito rispondente alle mie necessità. In più ti consentiva di saltare la fase dell’ FTP, perché pubblicavi la pagina  in Rete con un semplice clic. Curiosando in Rete, mi accorsi che gli americani lo utilizzavano per le pagine personali (non esistevano allora i blog); insomma un applicativo per  analfabeti informatici come me. [...]

La Rivista è aperta alla collaborazione di tutti
Libri
Links
Rivista
In vetrina
Fili di fumo
Autori
Enfer
Ritratti
Esempio 1
  Siti che hanno linkato singole pagine o la testata de  "La Frusta"


















































  Novità
















«Voglio chiarezza, lucidità, ragioni critiche; pretendo concisione, possibilità di sommari e compendi, dal momento che, lo si sa, non esiste opera di pensiero veramente significativa che non si possa riassumere in poche proposizioni.»
Alberto Arbasino, La gita a Chiasso, «Il Giorno» 23 gennaio 1963
Hyde Park Corner
Bacheca Pubblica
Atlante letterario d'Italia

Compiti svolti
In rete dal 10 febbraio 2000

Webmaster e responsabile: Alfio Squillaci

Programmi Tv

Guida tv di tv.zam.it

Segui anche il blog "Brodo di coltura"
su "Lettera43"
e

La Frusta Letteraria su

Tweet
Grammer is important. So is a mobile app for your business. It is now more than ever important to have a mobile app for business. Mobile apps for business can increase your customer engagement by 30% immmediately! Quality Local provides the easiest and fastest way for businesses to creat a mobile app. Click here to learn more.
Having a mobile app for business can help in many ways but did you know that blog promotion was one of them. Quality Local wrote a good post about it. You can read it here..